tg online confartigianato

IMPIANTI GPL/METANO PER AUTOTRAZIONE REQUISITI OFFICINE

Alla luce di nuovi e gravi casi di problemi derivanti dall’alimentazione dei veicoli a GPL/Metano (come ad esempio l’episodio dello scorso 1° gennaio dell’auto “esplosa” a Torino), si ritiene utile ricordare che gli interventi di installazione/manutenzione di dispositivi per l’alimentazione dei veicoli a GPL/Metano possono essere realizzati solo ed esclusivamente in presenza delle condizioni e dei requisiti previsti dalla Circolare ministeriale n. 190/84 (allegata di seguito), esplicativa del D.P.R. 10/1/1984, n. 16 che ha sostituito l’art. 351 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada.

“I casi verificatisi – commenta Claudio Piazza, presidente regionale e nazionale del Gruppo Installatori GPL/Metano – sono dovuti alla prassi purtroppo diffusa di interventi sulle auto non autorizzati, da parte di imprese che non sono in regola con i requisiti di legge (e pertanto non in possesso delle competenze richieste), con conseguente esercizio abusivo della professione. Ciò genera sfiducia nell’utenza in tali impianti e gettano inoltre discredito sull’intero comparto, screditando le imprese che invece, in quanto autorizzate dalla Motorizzazione Civile, eseguono gli interventi di installazione e manutenzione non solo a regola d’arte ma anche nel rispetto delle norme vigenti”.

Scarica la circolare Ministeriale n. 190/84