BREAKING NEWS
Home / 2023 / Marzo

Visita la pagina del CAAF del nostro sito internet cliccano qui o contatta i nostri uffici per ogni ulteriore informazione al 0141/596281 -82 -83- 89.

Le scadenze fiscali 2023 si avvicinano e la rete degli sportelli CAAF Confartigianato è pronta per assistere pensionati e lavoratori dipendenti in tutti gli adempimenti previsti, dall’elaborazione del Modello 730 alla verifica della DSU volta ad ottenere l’Attestazione ISEE.

I professionisti delle sedi territoriali del CAAF Confartigianato stanno già lavorando sulle deleghe conferite dai contribuenti per la messa a disposizione dei dati della dichiarazione precompilata, utili alla verifica della documentazione fiscale per l’apposizione del visto di conformità sui Modelli 730.

Anche per quest’anno, il termine ultimo per presentare e trasmettere, in via telematica, il Modello 730 è fissato al 30 settembre, ma sono previste alcune “finestre” intermedie che partono dalla fine del mese di maggio.

Il supporto degli sportelli CAAF Confartigianato in tutta Italia continua a puntare sull’efficienza della tecnologia e sull’attenzione di professionisti che da anni accompagnano i contribuenti nella gestione di tutti gli adempimenti e le pratiche fiscali. L’innovazione e la qualità dei servizi sono di casa nei CAAF Confartigianato. Oltre alla convenzione diretta con l’INPS, che permette un dialogo in tempo reale con la pubblica amministrazione e nella documentazione offerta al cliente, la rete degli sportelli territoriali offre la comodità di svolgere parte degli adempimenti direttamente da casa attraverso la piattaforma web Personal CAAF 2.0, con pratiche e documentazione sempre a disposizione del cliente. Semplicemente con un click.

Facilità di utilizzo, semplicità e accesso all’archivio personale, oltre alla possibilità di inviare direttamente all’operatore la documentazione necessaria per l’adempimento ed il servizio richiesto, sono le caratteristiche principali della piattaforma che ogni giorno si arricchisce di nuove funzionalità. A cominciare dalla possibilità di prenotare l’appuntamento direttamente con il nostro operatore, nel giorno e orario preferito, senza alcuna coda.

Nessun dubbio! CAAF Confartigianato, competenza, consulenza e risparmio.

 

Sabato 18 marzo 2023 si è tenuto nella splendida cornice del Circolo dei Lettori di via Bogino, Torino,9 un’ importante giornata dedicata alla sostenibilità d’impresa organizzata dal Movimento Donne Impresa e Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Piemonte. L’obiettivo è stato quello di fornire strumenti pratici e testimonianze che possano orientare l’artigiano nel complesso mondo della sostenibilità, concetto di ampio respiro che risulta troppo spesso complicato calare nella realtà delle nostre imprese associate. La Dott.sa Ada Rosa Balzan è riuscita con il suo intervento a fornici gli strumenti per valutare le nostre imprese e a sfatare molti falsi miti sul concetto di sostenibilità e a darci una nuova visione su cosa vuol dire correttamente essere “sostenibili” cioè mettere in atto nella nostra impresa queste tre attenzioni: ambiente, sociale ed economico.

L’incontro si è aperto con i saluti del Presidente Regionale di Confartigianato Piemonte Giorgio Felci e dei Presidenti dei Movimenti Donne Impresa Sara Origlia e Giovani Imprenditori Diego Pastore. Prima di aprire i lavori il saluto e il contributo dell’Assessore Regionale a Istruzione, Lavoro e Formazione professionale Gianna Pentenero ha sottolineato l’importanza, la presenza e la ricaduta sul territorio delle PMI. Le PMI nella Regione Piemonte sono guidate per il 49% da donne e giovani imprenditori e il 12% il titolare d’impresa è straniero. Le istituzioni hanno il compito di sostenere e accompagnare le imprese in questo lungo e obbligatorio cammino di cambiamento che ci richiedono i tempi di oggi a fronte di cambiamenti climatici che non si possono più ignorare.

Gli altri significativi interventi sono stati quelli apportati dalla Tavola Rotonda aperta dai Presidenti Nazionali dei Movimenti per le Donne Impresa da Daniela Biolatto e per i Giovani Imprenditori da Daniele Peli e  moderata dal giornalista della RAI Vanni Caratto Caposervizio Economia Tg3 Piemonte.

È seguito poi il confronto con quattro interessanti, innovative e differenti realtà d’impresa e del tutto piemontesi la prima presentazione è stata quella di Vivien Sardo di LLS 3D impresa nata nel 2017 e che si occupa di service di stampa 3D, affiancando i clienti nello sviluppo delle idee e dei progetti con la massima cura e competenza. Un ruolo rilevante nella ditta lo hanno la ricerca/aggiornamento e la formazione nelle scuole superiori.

Poi è stata la volta di Mauro Sarotto di SAROTTO GROUP SAS impresa nata nei primi anni Sessanta come impresa di costruzioni e nel tempo si sono specializzati nei settori della prefabbricazione, del commercio edile e della bioedilizia e ha presentato il loro ultimo prodotto il frutto di una ricerca è durata alcuni anni di studi e sperimentazioni, nel 2022 hanno lanciato la RICECYCLING WALL.  Parete fatta di lolla di riso, legante naturale, schiuma minerale e acqua: la miscela perfetta per una muratura ancora più ecologica e sostenibile.

Chiara Ferraris di ART & GLASS FUSING invece si occupa di vetro in tutte le sue espressioni da quello artistico a quello tecnico e speciale per il lavoro e con particolari caratteristiche. La sua impresa fa parte di una rete di imprenditori e lavora in coworking con altre imprese e tutto ciò gli permette anche a realizzare interessanti progetti lavorativi e formativi anche per ragazzi con disabilità partecipando ai bandi regionali.

Tiziana Scaciga di PIETRE TROVANTI dove realizzano oggetti di design e arte applicata. Trasformano le pietre scartate in oggetti di uso quotidiano o insolito; unici, irripetibili, dalla personalità sorprendente per estetica e funzionalità. La sua azienda ha inoltre intrapreso percorsi di formazione.

Clicca qui per scaricare la locandina dell’evento. 

 

 

In questi giorni sono state sottoscritte due nuove convenzione una con il fornitore di energia SG ENERGIA SPA e una per il noleggio auto a lungo termine GOLDEN RENT, per essere sempre più vicini alle esigenze dei nostri associati in quanto CONFARTIGIANATO CONVIENE!.

L’elenco aggiornato delle convenzioni di Confartigianato Asti:

A LIVELLO LOCALE
ADECCO – agenzia per il lavoro
ARTIGIANCASSA POINT – sportello per il credito
ASTI ENERGY SPA – mercato libero energia
BANCA Cassa di Risparmio di Asti S.p.A
BANCA Cassa di Risparmio di Bra S.p.A
BANCA D’ALBA
BANCA IFIS Spa
BANCA Intesa San Paolo Spa
BANCA UniCredit
C.D.C. Centro Diagnostico Cernaia
Cervino S.p.a – impianti sciistici
CONFI@PP – negozio on line
Convenzione con studi legali e professionali
DUFERCO ENERGIA SPA – mercato libero energia
E.L.A. S.R.L. – Ecologia Lavoro Ambiente- Medicina del lavoro – Analisi chimiche
ELLISSE Srl – società certificazione
ERAV – assicurazione artigiana
FP CONSULTING SAS – Agenzia di recupero crediti
GABRIO MAGGIORA consulenze assicurative
GATE Sas – Installatori impianti termici: caricamento CIT
GOLDEN RENT – noleggio a lungo termine
Gruppo MOLLO – noleggio macchinari e formazione tecnica
HASTAFISIO SRL – terapia medicina dello sport
ITALIANA PETROLI – schede carburanti
MARCO PEUTO- consulenza finanza agevolata d’impresa
MELCHIONNA, PLLC – assistenza legale, commerciale, contrattuale mercato USA
NUOVA ALLEMANO SRL – taratura degli strumenti
OMNIACOMM – agenzia di comunicazione
PROTOS S.O.A. SPA – Appalti pubblici – attestazione SOA
Punto ARTIGIANCASSA – servizi finanziari dedicati alle imprese
RE/MAX Royal – Agenzia Immobiliare
RICCARDO GIORCELLI – consulenza finanziaria d’impresa
SANARTI – servizi sanitari
SG ENERGIA SPA  – mercato libero energia
SOA SERVIZI SAS – Appalti pubblici – attestazione SOA
SPOTVISION – agenzia di pubblicità
Studio di  Ingegneria Stella di Stella Ing. Pier Carlo e Milano Ing. Giuseppe – sicurezza sul lavoro
UnipolRental – noleggio a lungo termine
UnipolSai Assicurazioni SpA
VDO – Gestionale per tachigrafi digitali
VERIFICA SPA – messa a terra

 

Mercoledì 08/03/2023 alle ore 18,30 al Foro Boario l’Associazione Futura con il patrocino dell’amministrazione comunale organizza l’incontro dal titolo “Donne pane lavoro – una festa per ricordare”.

Il filo conduttore dell’evento è: “un incontro con tutte le donne del territorio per parlare di lavoro che è dignità” come ha sottolineato la Dott.sa Garbagnoli.

Dopo i saluti del Sindaco Simone Nosenzo intervengono l’Assessore alla Cultura Ausilia Quaglia la quale ha portato la sua esperienza lavorativa/di madre e figlia e le difficoltà che ha incontrato sulla sua strada, ha evidenziato che sarebbe molto bello che le donne facessero rete tra di loro.

La Presidente Viviana Garbagnoli,  dell’Associazione Futura, una piccola associazione di sussistenza per donne in difficoltà e che vorrebbe riqualificarle nel mondo del lavoro, ha invece snocciolato tutti i limiti della nostra società che è priva di walfare a favore delle donne lavoratrici e che la pandemia ha ancora più evidenziato in quanto oltre il 70% dei licenziamenti che sono avvenuti tra il 2020 e il 2022 erano tutte donne in quanto impossibilitate a conciliare la gestione/cura della famiglia e il lavoro. La Dott.sa Garbagnoli ha sottolineato l’importanza del lavoro per le donne in quanto unica via d’uscita dalla violenza e dai soprusi.

La Ricercatrice dell’Israt Nicoletta Fasano ci ha raccontato la storia della Repubblica italiana attraverso la storia dell’indipendenza delle donne un occasione per ricordare i passi in avanti che sono stati fatti, anche se c’è molta strada da fare. La Dott.ssa Fasano ha concluso dicendo che la strada da intraprendere è uscire dagli stereotipi che affossano le donne e puntare sull’educazione e cambiare il modo in cui noi donne gestiamo la famiglia ed educhiamo i figli. La cura della famiglia non è solo una questione di donne.

Anna Oliva, Presidente di Donna Impresa di Confartigianato Asti ha evidenziato i punti salienti dell’attività del movimento, la conciliazione lavoro/famiglia, la mancanza di walfere, la violenza sulle donne, il gendergap salariale e la volontà di fare rete tra le imprese sul territorio e di lavorare con le associazioni del territorio per portare avanti questi temi ed educare le future generazioni.

I lavori si sono conclusi con la presentazione di imprese avviate da donne, anzi giovani donne che hanno avviato imprese artigianali sul territorio di Nizza Monferrato e hanno presentato le loro esperienze e portato i loro prodotti.

Annacarla Berta ha presentato la sua azienda DISTILLERIE BERTA SRL di Mombaruzzo, impresa avviata dal nonno, portata avanti da suo zio e suo papà. Ha ricordato anche che ieri era il compleanno di Gianfranco Berta che è stato consigliere nel Comune di Nizza Monferrato e Presidente di Confartigianato Asti. Ora l’azienda è a guida femminile con Simonetta, Giulia e Annacarla e si sta evolvendo con nuovi servizi oltre alla produzione delle buonissime e prestigiose grappe. Annacarla ha anche sottolineato che le donne non si devono accontentare di compagni che non sappiamo apprezzare che al loro fianco ci sono donne meglio pagate e con lavori più prestigiosi del loro.

Alla fine, è stato offerto un ottimo buffet e abbiamo brindato tutte insieme e nel mentre la musica e le immagini portate dall’archivio storico dell’Istrat hanno allietato questo momento di convivialità.

Clicca qui per visualizzare la locandina 

La Presidente Anna Oliva di Donne Impresa Confartigianato Asti: “L’impresa e il lavoro non sono una questione di genere. È tempo di sostenere il talento delle donne con una visione complessiva di rilancio economico e sociale”.

Daniela Biolatto, Presidente di Donne Impresa Confartigianato, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, lancia un messaggio chiaro sulla necessità di un nuovo approccio per garantire l’affermazione delle donne nel mondo del lavoro. “Non accontentiamoci delle quote rosa, che non sono la formula magica per risolvere il problema della parità di genere, degli interventi una tantum e di effimere corsie preferenziali. Il futuro dell’Italia – sottolinea la Presidente Biolatto – dipende da politiche strutturali, sistemiche e coordinate per sostenere la propensione imprenditoriale e favorire l’occupazione, garantendo a tutti, donne e uomini, i servizi pubblici indispensabili per conciliare il lavoro con la cura della famiglia. Lo sviluppo del nostro Paese è responsabilità di tutti. Donne Impresa Confartigianato continuerà a battersi per definire un contesto normativo e culturale che consenta alle imprese femminili a valore artigiano di esprimere al meglio i propri valori e potenzialità, di creare occupazione, generare innovazione, contribuire alla crescita economica e sociale”.

Secondo le rilevazioni dell’Ufficio studi di Confartigianato, nel 2022 l’Italia ritorna all’ultimo posto in Europa per tasso di occupazione femminile. Nel terzo trimestre del 2022 in Italia il rapporto tra occupate e popolazione femminile di 15-64 anni è del 50,9%, ben 14 punti inferiore al 65,1% della media Ue a 27 e addirittura 22,6 punti inferiore al 73,5% della Germania. Ampia la distanza anche con la Francia (66,1%, un gap di 15,2 punti) e la Spagna (59,5%, un gap di 8,6 punti).

La bassa intensità delle politiche di conciliazione riducono la presenza sul mercato del lavoro delle donne con figli. Come evidenziato nel report ‘Le sfide del 2023, tra crisi energetica e guerra nel cuore d’Europa’ presentato dall’Ufficio Studi alla Convention 2023 di Donne Impresa Confartigianato, il tasso di occupazione delle donne senza figli supera di 17,4 punti percentuali quelli delle donne con figli. L’Italia si conferma all’ultimo posto nell’Unione a 27 per il tasso di occupazione delle donne di 25-49 anni in coppia con figli a carico.

Una analisi controfattuale indica che nell’ipotesi di un dimezzamento del gap di occupazione femminile con l’Europa si registrerebbe un aumento di 1 milione 328 mila donne lavoratrici, pari al 14,0% in più delle attuali 9 milioni 477 mila occupate, portando il tasso di occupazione femminile al 58,0%. Qualora la maggiore occupazione di distribuisse per posizione in modo proporzionale all’attuale stock di donne occupate, e tenuto conto del rapporto tra occupate indipendenti e imprese gestite da donne, alla maggiore presenza delle donne sul mercato del lavoro conseguirebbe anche un allargamento del perimetro delle imprese femminili di 183mila unità, rafforzando la posizione di leadership dell’Italia, primo paese dell’Ue per numero di imprenditrici e lavoratrici autonome.

 Le imprese e l’artigianato al femminile nel territorio – L’analisi dei dati elaborati in collaborazione con l’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia evidenzia che nel 2022 in Italia sono 1.336.689 le imprese gestite da donne, più di un’impresa su cinque (22,2%) che operano nella nostra penisola. Di queste il 16,4%, pari a 218.950 unità sono imprese artigiane e rappresentano il 17,2% del tessuto artigiano totale.

Le imprese totali gestite da giovani donne con meno di 35 anni sono 146.675, l’11,0% del totale imprese femminili e il 28,1% del totale imprese giovanili; quelle gestite da straniere sono 158.910, l’11,9% delle imprese femminili e il 24,6% di quelle straniere. Nel dettaglio, quelle capitanate da imprenditrici donne, giovani e di origini straniere sono 24.474 e rappresentano l’1,8% delle imprese a conduzione femminile. Per l’artigianato le imprese gestite da giovani donne sono 29.235, pari al 13,4% dell’artigianato femminile, mentre quelle gestite da donne di origine straniera sono 34.457, pari al 15,7% dell’artigianato femminile. Nel dettaglio, l’artigianato con a capo una donna giovane e straniera conta 4.929 imprese, pari al 2,3% dell’artigianato femminile.

A livello territoriale si osserva un maggior peso delle imprese gestite da donne sul totale imprese in Molise (27,3%), Basilicata (26,4%), Abruzzo (25,6%) e Umbria (24,8%). Mentre per l’artigianato l’incidenza delle imprese femminili sul totale è più elevata nelle regioni di Abruzzo (21,9%), Marche (20,1%) e Molise (19,6%). L’artigianato femminile rappresenta quote maggiori dell’imprenditoria femminile in Friuli-Venezia Giulia (23,9%), Emilia-Romagna (22,6%) e Marche (22,4%).

I dati per regione e provincia nell’Appendice statistica ‘Imprese femminili 2022 e dinamica su 2021 e su pre-pandemia per regione e provincia’. Qui per scaricarla.

Gli artigiani e i piccoli imprenditori sono la cultura produttiva italiana. Il 19 marzo, nella ricorrenza di San Giuseppe Artigiano, Confartigianato li celebra con la seconda edizione della ‘Giornata della cultura artigiana’, un evento on line che coinvolge il Sistema associativo, a partire da Confartigianato di Bergamo e di Brescia, le città Capitale Italiana della Cultura 2023, a significare il legame tra artigianato e cultura.

L’iniziativa vuole ribadire che l’intelligenza artigiana espressa dalle piccole imprese rappresenta il punto di forza del made in Italy.

“I nostri imprenditori – sottolinea il Presidente di Confartigianato Marco Granelli – sono contemporanei, internazionali, ma con radici lunghe nella tradizione manifatturiera del territorio. Sanno conquistare i mercati mondiali facendo leva su un saper fare irripetibile, quello artigiano, che si trova soltanto in Italia. I nostri imprenditori realizzano un modello di sviluppo economico e di coesione sociale che resiste ed è vincente perché l’attività d’impresa è spesso una tradizione di famiglia e si nutre del profondo legame con la comunità locale, si alimenta con la storia e le radici culturali del territorio di appartenenza”.

L’evento del 19 marzo, che inizierà alle ore 10 e verrà condotto dal giornalista Angelo Mellone, sarà aperto dal Presidente di Confartigianato Marco Granelli. Seguiranno interventi da Confartigianato Brescia, Confartigianato Bergamo, Confartigianato Udine, Confartigianato Ancona – Pesaro e Urbino e le testimonianze del Professor Mauro Magatti, sociologo e docente all’Università Cattolica di Milano, e di Federico Quaranta, autore radio-televisivo e conduttore del programma di Rai1 ‘Linea Verde Start’.

Link diretta streaming YouTube: https://bit.ly/DirettaGiornataCulturaArtigiana

 

Scarica la locandina dell’evento e clicca qui